Eretta nel 1658 è una delle poche costruzioni che resistettero al terremoto. Raggiungibile da una ripida scalinata, la facciata presenta tre partiti, uno centrale e due laterali, più stretti, separati da quattro colonne con capitelli in stile corinzio e poggianti su alti basamenti. I due partiti laterali non si trovano sullo stesso asse orizzontale del partito centrale ma sono orientati diagonalmente rispetto ad esso. Sopra il portone centrale, ai lati del quale si trovano due colonne più piccole, un bellissimo bassorilievo raffigurante le Anime del Purgatorio. L’interno presenta una planimetria a tre navate, separate da colonne in stile corinzio. La navata centrale termina con l’abside nel quale è custodita un’antica tela di Francesco Manno raffigurante le anime purganti; quella destra termina con una cappella riccamente decorata, nella quale è presente un altare con tabernacolo; quella sinistra conserva un’antichissima lapide in pietra pece sotto l’ultimo altare e termina con una nicchia che alloggia una struttura composta da altare, quattro colonne decorate e con asse elicoidale, e tre statue: il crocifisso, l'Addolorata e S. Giovanni Evangelista. Nella chiesa sono presenti numerose altre tele, nonché un antichissimo organo dei fratelli Serassi.

 

 

Accesso Utenti

Contattaci

Tutti i campi sono obbligatori. Non preoccuparti per la tua privacy, con noi è al sicuro!
Please prove you are human!