Sono Elena Paradiso, restauratrice e artista del ragusano, cake designer e da poco anche food blogger. Sono appassionata da sempre di cucina e di pasticceria: infatti nel mese di Ottobre 2015 ho realizzato e pubblicato il mio primo manualetto - come mi piace definirlo - di pasticceria: “Noce di Burro”, in cui ho raccolto ben cinquantuno ricette, accompagnate da foto amatoriali che le rappresentano, che ho voluto personalizzare con un mio tocco. Subito dopo, visto il riscontro positivo, ho aperto l’omonimo blog “Noce di Burro dolcesalato” in cui, come food blogger, elaboro e pubblico quotidianamente ricette nuove, sia classiche della tradizione culinaria siciliana, che personalizzate con un tocco di creatività; sia ricette di altro tipo, sia dolce che salato, che mi piace preparare. In appena tre mesi, oltre centotrentacinque ricette golose, originali, classiche, (alcune anche bizzarre) e tutte rigorosamente studiate e testate, sono state pubblicate con piacevole riscontro da parte del pubblico.

Una delle mie passioni nell’ambito culinario, rimane però la mia speciale tradizione sicula che talvolta lascio perfetta così come è; altre volte non posso fare a meno di personalizzarla, rendendola più innovativa e originale o più attuale, pur mantenendone la semplicità d’esecuzione e lo stampo d’origine. Del resto la cucina siciliana in generale rappresenta una cucina i cui ingredienti e metodi di cottura evocano civiltà molto antiche; una cucina che ha vissuto momenti di grande splendore, ricca di contaminazione del passato e che rappresenta un patrimonio prezioso per ogni siciliano che ha seguito poi le proprie preferenze nei modi d’esecuzione e negli ingredienti che rendono lo stesso piatto unico ma allo stesso tempo diverso da una provincia o zona all’altra.
La prima ricetta che voglio pubblicare per inaugurare il mio ingresso in questo portale sono i “Broccoli affucati con le olive” o "Bruòcculi Affucàti" come si dice da noi. In realtà, la parola “broccolo”, in base alla zona, viene sostituita da altre parole, come ad esempio: Vruòcculi, Bruòcculi, Sparacèddi o Muzzarèddi, Sciuriddi, ed anche la stessa preparazione di conseguenza ha diverse varianti: col vino rosso (per questo “affucati” cioè affogati) ed il pecorino, nel catanese ma anche nel palermitano (anche se qui si usa più il vino bianco); oppure alcuni aggiungono la cipolla soffritta o anche dei filetti di acciuga disciolta; chi infine mette le olive nere cotte al forno come la versione classica e semplice (nonché squisita) che vi propongo io. Vi auguro... buon appetito!

Mi trovate su Facebook Twitter o sul mio Blog 

 

Accesso Utenti

Contattaci

Tutti i campi sono obbligatori. Non preoccuparti per la tua privacy, con noi è al sicuro!
Please prove you are human!